Vaccini: a Bolzano niente multe dopo la scadenza

La Provincia di Bolzano, anche dopo il 10 marzo – scadenza per l’obbligo di vaccinazione per l’iscrizione a scuola – non applicherà multe oppure esclusioni per i bambini non vaccinati. Lo ribadisce sul quotidiano Dolomiten l’assessora alla sanità Martha Stockern che afferma: “Proseguiamo per la nostra strada.

La Provincia autonoma ha optato per una via più morbida, considerato l’alto numero di bambini non vaccinati in Alto Adige. Nelle prossime settimane i genitori riceveranno un appuntamento per la vaccinazione dei loro bambini.

I genitori ‘obiettori’ saranno quindi invitati ad un colloquio informativo sulla necessità delle vaccinazioni obbligatorie. Soltanto dopo (ma non prima dell’estate o autunno, precisa Stocker) la Provincia intraprenderà dei provvedimenti, che però devono ancora essere stabiliti.

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su