Morì a 17 anni a causa dei vaccini: denunciato il ministro della Salute

I genitori di una ragazza di Barletta morta il 24 ottobre 2007 a 17 anni per le conseguenze di più vaccini che le erano stati somministrati da quando aveva un anno, hanno presentato una denuncia alla Procura di Roma nei confronti del ministro della Salute Beatrice Lorenzin e dirigenti del dicastero, perché da due anni attendono un indennizzo di circa 151mila euro, che è stato loro riconosciuto con sentenza di primo grado e d’appello.

Nella denuncia viene ricordato che il nesso di causalità tra “le somministrazioni vaccinali e le conseguenti patologie neurologiche di cui era risultata affetta la minore”, era stato accertato già nel giudizio di primo grado con una consulenza tecnica eseguita da un medico legale e disposta dal Tribunale di Trani.

Il primo vaccino trivalente (antipolio, antidifterico-tetano e anti-epatite B) le fu somministrato il 10 ottobre 1989, quando aveva meno di un anno, con repliche nei mesi e anni successivi sino al 1997. Già nei giorni seguenti alla prima vaccinazione Marianna Tupputi, nata a Barletta, manifestò i primi problemi: non riusciva a reggere il capo sul collo, aveva una ipotonia diffusa.

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su