Genova: medico minaccia di morte figli di genitori free-vax. Codacons lo denuncia in procura e all’ordine dei medici

Radiazione immediata dall’albo o lo stesso ordine sarà denunciato per concorso e omissione

Se confermato quanto segnalato da più famiglie nelle ultime ore sia al Codacons che sui social network, il medico genovese Alberto Scarrone dovrà essere immediatamente radiato dall’Albo. Lo afferma il Codacons, che annuncia un esposto in Procura e all’Ordine dei Medici di Genova.

Al centro della vicenda un violentissimo post contro le famiglie no-vax scritto dallo stesso medico su Facebook, in cui non solo si augura la morte ai figli di tali famiglie, ma addirittura ci sarebbero precise minacce verso tali bimbi, che metterebbero a repentaglio la loro salute e incolumità.

Non sappiamo se tali affermazioni siano veritiere o meno, ma come nostro compito statutario ci rivolgiamo alle autorità competenti affinché aprano una indagine sul caso e, qualora venisse confermato Alberto Scarrone come autore del vergognoso post, siano adottati i dovuti provvedimenti, a partire dalla radiazione dall’albo dei medici. E se l’Ordine dei medici di Genova non interverrà sull’episodio, sarà inevitabile una denuncia nei suoi confronti per concorso e omissione di atti dovuti.

Fonte: Codacons

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su