Martin Gore: il famoso scienziato è morto per una reazione avversa al vaccino

È morto per una complicazione al vaccino per la febbre gialla lo specialista del cancro conosciuto a livello internazionale Martin Gore CBE. Il medico 67enne aveva ricevuto il vaccino in una clinica a Chelsea e lo aveva fatto per una visita in un villaggio della Tanzania.

Eppure il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla generalmente non è richiesto per le persone che viaggiano in Tanzania ed eventualmente raccomandato soltanto a coloro che sono a rischio maggiore a causa di viaggi prolungati o che possono avere una grande esposizione alle zanzare.

A consigliare la vaccinazione fu il suo farmacista. In seguito al decesso dell’uomo, la catena di farmacie del Regno Unito, The Boots Company Plc, ha dichiarato in una nota che sta aggiornando il suo software di consulenza vaccinale basato sull’Organizzazione Mondiale della Sanità per cambiare “recommended” a “to be considered” per i viaggiatori nella stessa categoria del Professor Gore.

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su