Autismo: sentenza recente lo collega al vaccino MPR

Una recente sentenza del Tribunale di Rimini torna ad associare la vaccinazione anti Morbillo-Parotite-Rosolia (MPR) alla Sindrome di Kanner, meglio nota coma autismo.

Tale sentenza è stata contestata da più parti e prorio per questo Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato ha lanciato un appello al Ministero della Salute: “Chiediamo al Ministero di dare informazioni certe, anche sottoponendo il tema al Consiglio superiore di sanità, e soprattutto di fornire una corretta informazione ai cittadini”.

“Alla luce delle diverse posizioni in campo – scrive TdM in una nota – crediamo che i genitori abbiano invece il diritto di avere informazioni certe sui possibili rischi (avvalorati da ricerche scientifiche valide) oltre che benefici delle vaccinazioni, prima di scegliere per il proprio figlio in maniera consapevole; stando così le cose questo consenso informato potrebbe essere parziale e non ci soddisfa”.

Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, pur non volendo creare allarmismi, non si possono sottovalutare gli elementi presi in considerazione dalla sentenza. “Chiediamo alle istituzioni di fare luce e dare informazioni chiare e comprensibili ai cittadini, anche presso i centri di vaccinazione nel più breve tempo possibile. Ogni giorno sono tanti i bambini che continuano ad essere sottoposti a questa vaccinazione, sulla quale ora esistono dubbi in termini di sicurezza”.

In allegato il testo della sentenza del Tribunale di Rimini.

Disclaimer
Le informazioni contenute in questo articolo sono puramente divulgative. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi energetici di qualsiasi natura che qui dovessero essere citati devono essere sottoposti al diretto giudizio di un medico. Niente di ciò che viene descritto in questo articolo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro a scopo diagnostico o terapeutico per qualsiasi malattia o condizione fisica. L'Autore e l'Editore non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute. Nel caso questo articolo fosse, a nostra insaputa, protetto da copyright, su segnalazione, provvederemo subito a rimuoverlo. Questo sito non è da considerarsi una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con una frequenza costante e prestabilita. Gli articoli prodotti da noi sono coperti da copyright e non possono essere copiati senza nostra autorizzazione

Torna su